Materiali isolanti termici

Insufflaggio cellulosaIsolare termicamente la propria casa è molto importante per ridurre i consumi energetici e aumentare il comfort.

La varietà di materiali isolanti disponibili sul mercato è molto ampia. Non esiste il materiale ideale: dipende dal tipo di intervento (insufflaggio, cappotto termico), dal tipo di esigenza specifica (maggior importanza per isolamento invernale o quello estivo, ecc.) e anche dal budget che si ha ha disposizione poiché ovviamente il costo fra i vari materiali può essere molto diverso.

Ogni materiale va valutato alla luce di alcuni criteri che sono:

Conduttività termica λ [W/mK]

  • Il potere isolante degli isolanti termici è legato al valore della ‘conducibilità termica’ (lambda “λ”)
  • Più piccolo è il valore della λ maggiore sarà il potere isolante del materiale.
  • Di conseguenza per isolare bene la propria casa conviene optare per materiali con una bassa conducibilità termica

Resistenza al passaggio del vapore µ

  • Bisogna anche considerare anche il potere traspirante del materiale, ovvero la ‘resistenza di diffusione al vapore’ (mi “µ”).
  • Più piccolo è questo valore, più il materiale è traspirante.
  • Un materiale traspirante migliora l’isolamento termico in quanto riduce la possibilità che si crei condensa; l’aria infatti in assenza di convezione è un buon isolante termico ma perderebbe queste sue proprietà in presenza di acqua liquida (condensa sul muro).

Calore specifico c [J/kgK]

  • E’ la quantità di calore necessaria per far variare di 1°C la temperatura di 1kg del materiale considerato.
  • Indica l’attitudine di un materiale ad accumulare calore.
  • Più è basso il valore, più si scalda facilmente (aria = 4186, rame = 387)

Densità ρ [kg/mc]

  • È il peso in una unità di volume di un materiale.
  • D’estate sono preferibili alti valori di massa volumica a parità di spessore e conducibilità termica.

Di seguito una tabella che confronta alcuni materiali utilizzabili, in verde sono evidenziate le caratteristiche migliori, in arancione quelle che indicano risultati meno positivi per ciascun elemento.

Confronto fra materiali isolanti

Materiali per isolamento termico

Nota dell’ENEA sui materiali isolanti per il Superbonus 110%

L’ENEA ha pubblicato sul suo sito una nota per chiarire alcuni elementi relativi ai materiali isolanti che si possono utilizzare negli interventi previsti per il Superbonus 110%.

Cappotto termico esterno: quale spessore per il materiale isolante ?

Lo spessore necessario può variare sulla base di 3 elementi:

  1. il materiale isolante che si intende utilizzare
  2. la struttura della parete, e relativa trasmittanza, su cui realizzare l’intervento
  3. la zona climatica dove è presente l’edificio

Lo spessore quindi va valutato caso per caso.

Altri elementi da considerare nella scelta dei materiali isolanti

  • atossicità del materiale
  • durevolezza e stabilità (specie per l’insufflaggio)
  • resistenza al fuoco (fare riferimento alle schede tecniche)

Maggiori informazioni sui materiali per isolamento termico si possono trovare su Wikipedia

Materiali isolanti per l’isolamento estivo

Ogni materiale isolante ha delle caratteristiche tecniche che lo rendono più adatto a determinate situazioni e a determinate esigenze. In generale va comunque ricordato che isolare la casa vuol dire considerare anche l’isolamento durante la stagione estiva. Alcuni materiali che hanno delle ottime caratteristiche per l’isolamento invernale non rientrano fra quelli più adatti nel caso ci sia un’esigenza importante anche per l’isolamento estivo.

Se sei interessato ad avere maggiori informazioni su questo argomento puoi fare riferimento all’articolo sull’isolamento termico estivo.

Neopor BMB: l’EPS prodotto in maniera sostenibile

Il polistirene espanso (EPS) è uno dei materiali più utilizzanti negli interventi di isolamento termico tramite cappotto esterno per via del rapporto costi / benefici decisamente molto interessante. Un punto critico di questo materiale è dovuto al fatto che viene prodotto tramite l’utilizzo di fonti fossili.

A dicembre 2019 la BASF ha annunciato il prodotto Neopor® BMB vale a dire la versione “BioMass Balance” del proprio EPS con grafite.

Con il metodo BioMass Balance certificato da REDcert, le materie prime fossili vengono sostituite da materie prime rinnovabili, come bio-nafta o biogas.‎ In questo modo, l’impronta di CO2 migliora del 90%, rispetto al Neopor® tradizionale.‎

La prima applicazione di Neopor® BMB è stata realizzata a Castenaso, in provincia di Bologna.

L’intervento di isolamento termico del condominio ha previsto l’utilizzo di 3.000 mq di Neopor® BMB, che ha permesso un risparmio di circa 12 tonnellate di CO2 equivalente, rispetto al Neopor® tradizionale.

Stai valutando degli interventi per la tua casa ?

Pubblicità

Invia un tuo commento

guest
Città

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Daniele

Perchè tra i materiali isolanti non icludete la perlite? Non è un buon materiale?

Stai valutando degli interventi per la tua casa ?
Richiedi informazioni !
close-image
error: Contenuto protetto.
2
0
Vuoi inviare un commento o fare una domanda ?x
()
x